Informativa

Questo sito, o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy.cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Project Ara, progetto rimandato per colpa dei magneti

La componente che tiene insieme i moduli dello smartphone non ha passato i test di caduta.

Gli ingegneri di Google adesso cercano una soluzione migliore

(Foto: Google)

Come procede Project Ara di Google? Dalle notizie emerse negli ultimi giorni, lo smartphone modulare che ha suscitato tanta meraviglia e attesa sembra in difficoltà. Le cause non erano state rese note, ma ora sappiamo anche perché.
I test che dovevano essere condotti in vista del lancio a fine anno a Portorico non sono andati come dovevano. Ora un tweet ufficiale del progetto indica come causa i magneti elettropermanenti.
 
Questo tipo di componente può avere modalità on e off, ma non ha bisogno di energia elettrica per rimanere magnetizzato, dunque sembrava il pezzo giusto per fare da collante fra i moduli hardware senza dispendio di energia. Ma purtroppo non ha passato i test di resistenza alla caduta. Non si sa altro oltre al sintetico tweet, se non che Google ha deciso di abbandonare questi magneti. Ora gli ingegneri che lavorano al progetto hanno il compito di trovare una soluzione alternativa, che potrebbe essere qualche tipo di sistema fisico a clip.

Orario di apertura negozio:

Mattino 8.30 - 12.00 
Pomeriggio 14.30 - 19.00

dal lunedì al venerdì.

 

Per richiedere assistenza tecnica:

chiama al numero 0463 - 83.04.64

scrivi a: assistenza@dimensionecomputer.it
collegati con Iperius Remote Weba questo link.

 

Senza ombra di dubbio.

"I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi. Gli uomini sono incredibilmente lenti, approsimativi e intelligenti. L'insieme dei due costituisce una forza incalcolabile."
Albert Einstein